ARCHMOOD

        

Luca Minenna

                  architetto

                                   praticante

              Feng Shui

 

 

                    Andria (BT)

via V. Gioberti 17

+39 327 5709489

+39 0883 594569

P.IVA: 06997410722

studio.architettominenna@gmail.com

LA PREZIOSA E UTILE GUIDA PER LA RICERCA DELLA TUA CASA DEI SOGNI.

LEGGILA ADESSO

L'AUTENTICO FENG SHUI TRADIZIONALE CINESE

Il Feng Shui è un importante branca di antichi saperi della Metafisica Cinese che rivela come le persone sono influenzate dal loro ambiente interno ed esterno. Esso è visto come una scienza naturale della terra.                                                                                                                                                          

Questa antichissima conoscenza fa parte di una delle 5 Arti della Metafisica Cinese che include l’arte della Medicina, della Divinazione, dell’Astrologia, della Montagna e della Valutazione dell’aspetto fisico. Le 5 Arti della Metafisica Cinese, chiamate generalmente Wu Shu – le 5 Arti, sono tratte dai cambiamenti dello Yin e dello Yang, dai Trigrammi, dagli Esagrammi e sono sorrette dai vari rapporti ciclici dei 5 Elementi.

Per citarne alcune, l’arte della Divinazione è principalmente lo studio del Yi Jing (o I Ching - il Libro dei Mutamenti), l’arte della Valutazione dell’aspetto fisico consiste nella lettura del volto e della mano mentre l’arte della Montagna include il Feng Shui ossia la ricerca di un ambiente interno (dimora) ed esterno (contesto ambientale) che sia favorevole e auspicioso sia per le Case Yin (dimora per i morti) e sia per le Case Yang (dimora per i vivi).

 

Al giorno d’oggi, in occidente, tra le 5 Arti della Metafisica Cinese, quella che viene maggiormente usata è la Medicina Tradizionale Cinese.

Simile al Feng Shui, la medicina tradizionale cinese (vedi agopuntura, massaggi shiatsu, etc…) è basata sui 5 Elementi i quali si generano, riducono e annullano tra loro. Con il passare del tempo, gli scienziati e dottori la hanno accettata, studiata e ricercata perché riconosciuta nel portare dei benefici tangibili all’uomo.

Nel futuro, anche il Feng Shui Classico Tradizionale Cinese sarà accettato per un’analisi più profonda e quindi tutta una serie di superstizioni, ciarlatani e false “scuole” saranno spazzate via dalla conoscenza corretta della persona comune che sino ad ora si era fatta supportare da fantomatici professionisti Feng Shui e indotta a credere in una serie di superstizioni per l’acquisto di porta fortuna o simili o riti, riempiendo la propria dimora con oggettistica di stampo orientaleggiante forzandone spesso il proprio gusto personale.

 

Ma qual è il vero ruolo e obiettivo del Feng Shui?

Un detto comune tra i praticanti seri delle 5 Arti della Metafisica Cinese è che:

 

“Il Destino è l’influenza più importante, la Fortuna è la seconda,        il Feng Shui è la terza”.

“Il Destino e la Fortuna possono essere ottimizzati dal Feng Shui”.

 

Quindi, quando  un qualsiasi praticante che si reputi esperto nel Feng Shui ma che soprattutto divulghi e prometta alle persone di diventare ricchi, famosi, godere di ottima salute per sempre, condurre una vita sentimentale eccellente, avere un business proficuo, etc…, per poi abbinare sicuramente un tipo di pratica basata sull’indurre all’acquisto di determinati oggetti di matrice cinese per rafforzare o dissolvere la buona fortuna, diffidate da questi. Loro non sono dei seri professionisti ma soprattutto non hanno compreso a fondo come lavora e funzioni l’Autentico Feng Shui Tradizionale Cinese.

L’uso del Feng Shui è solo una di quelle influenze descritte poc’anzi, ma esso ha i suoi limiti e a causa di questo il proprio destino non può essere modificato completamente mediante l’uso di questa disciplina.

Il popolo cinese crede che ogni persona possieda un proprio destino e che esso è predeterminato così come la fortuna. Questi due aspetti predeterminati vengono donati dai propri genitori nel momento in cui si nasce. Non esiste alcuna possibilità di modificare questo, quindi in definitiva il potere del Feng Shui Classico Tradizionale Cinese è quello di funzionare come un regolatore, ossia aumenta o riduce il grado di fortuna e sfortuna, al fine di ricevere il massimo beneficio.

Questo è analogo ad una macchina. Essa può essere fabbricata da una Fiat o da una Seat. In astrologia, questo è il destino ed è simile al DNA di una persona. La strada che questa macchina percorrerà, che sia autostrada o un vicolo di paese, che sia nell’ora di punta o la sera tardi questo è il secondo fattore, la fortuna. Il Feng Shui aiuterà ad ottimizzare tutto al meglio ma se la mappa astrologica non consente un qualcosa, esso non potrà fare nulla nel modificare completamente il destino che è predeterminato in una persona.

Il ruolo del professionista e studioso che fonde nella progettazione architettonica, spesso strettamente funzionale e legata alla “firma dell’architetto o del designer” è quello di analizzare e studiarne l’anima dello spazio in cui ci si vive o lavora. La Seduta di una casa, l’illuminazione, materiali, combinazioni di colori, temperatura e umidità, etc.., tutti questi fattori hanno un’influenza sicura sulle persone che usufruiscono di quel determinato ambiente ma molto spesso la persona comune, o non “guidata” dal praticante, non presta molta attenzione al suo ambiente.

Lo studio dell’Autentico Feng Shui Tradizionale Cinese, quindi oltre a concentrarsi sui fattori appena descritti, inserisce altri fattori che comprendono l’anno di costruzione dell’edificio, la direzione magnetica della Seduta e del Fronte dell’edificio e le persone che occuperanno quel determinato edificio. Quest’analisi molto profonda, intangibile e tangibile, è composta da due parti che sono strettamente interconnesse tra loro, ossia il Qi e l’Ambiente.

Lo studio del Qi riguarda l’analisi delle quattro direzioni magnetiche (nord, sud, est ed ovest), dei quattro angoli magnetici (sud/est, sud/ovest, nord/est e nord/ovest) e del Centro. Inoltre in questo studio si comprende la conoscenza di antichi schemi cinesi conosciuti come He Tu e Luo Shu, nonché il calcolo del Qi e il suo movimento di trasmutazione nel tempo. Strettamente connesso al Qi è la relazione dell’uso dei 5 Elementi (Fuoco, Terra, Metallo, Acqua e Legno) per la buona o la cattiva sorte. Quindi sulla base di certi calcoli noi ricerchiamo quelle aree che possiedono un Qi favorevole e quelle con un Qi sfavorevole cercando di diminuire il flusso del Qi o dissolverlo o accrescere quest’energia intangibile con un conseguente maggiore beneficio per l’ambiente in cui viviamo. Questa non è superstizione.

Lo studio dell’Ambiente è invece lo studio del terreno, ossia la forma delle montagne e dei corsi d’acqua naturali e artificiali. Esso comprende anche il layout di una città, come l’assetto delle strade, vie, sagome degli edifici e quello che ci circonda da piccola a grande scala urbana. Tutto questo studio compre l’interno di uno spazio in cui l’uomo vive o ci lavora.

 

Ecco perché il Feng Shui Classico Tradizionale Cinese è difficile da dimostrare con tutti questi standard in quanto questa disciplina dipende infine dall’interazione dell’Ambiente, Direzione, Tempo, Spazio e Persone.

La buona e la cattiva sorte sono dei fattori strettamente interconnessi tra loro e la moderna scienza non può misurare, ancora per poco, questa complessa interazione. Esso è unico nella cultura cinese e si individua a cavallo tra realtà e superstizione.

La sua pratica, è diventata spesso, molto spesso, connessa alla fede delle persone in merito all’uso della religione, credenza in fantasmi, spiriti, amuleti, oggettistica di vario genere tratta dalla superstizione asiatica introdotta nel mercato del business occidentale, come accede spesso quando non c’è una corretta divulgazione della materia in quello che viene definito dalle pochissime Scuole di Feng Shui accreditate in tutto il mondo come “Pop Feng Shui”.

Al giorno d’oggi, la moda o “Pop Feng Shui” che io definisco come una versione “instupidita” del Feng Shui sottolinea dei rituali scaramantici e degli effetto placebo culturali.

Ma dietro ai miti e alla magia, si nasconde   una sofisticata scienza naturale  universale della terra da cui potenzialmente possono beneficiare tutti gli esseri  umani in tutto il mondo.

E’ ruolo di un architetto, designer o costruttore, con un idonea preparazione,  creare in modo consapevole delle strutture o interventi di ristrutturazione per qualsiasi attività commerciale o abitativa, perseguire nell’aiutare il fruitore finale nella scelta o nell’uso di un luogo che sia studiato a partire dalla sua anima.

Fortunatamente, una delle qualità positive del Feng Shui è quello che i più grandi problemi possono spesso essere corretti dopo averli realizzati, ma l’obiettivo è certamente quello di evitare questi potenziali problemi già in fase di progettazione sulla carta. 

Anche se nel  mondo Occidentale, con il passare del tempo, si sta registrando un forte aumento sulla “conoscenza” del Feng Shui, o per lo meno, della sua parola e di qualche idea vaga a riguardo il suo concetto è diventato comune nelle persone ma la meccanica di come funzioni realmente e le teorie che stanno alla base rimangono ancora un mistero per molti, anche per i dilettanti. Il senso comune, le leggi della fisica, la buona progettazione architettonica d’interni ed esterni sono sempre state incorporate nella pratica e  credenze di questa millenaria arte cinese.

Storicamente quest’arte non era insegnata e divulgata alla gente comune. Dal momento che il Feng Shui poteva cambiare le sorti del potere di dinastie politiche,  venivano messi in atto dei controlli molto rigidi nel popolo asiatico per mantenere la persona comune estranea da queste conoscenze.

 

 

 Luca Minenna Architetto

Praticante Feng Shui Classico Tradizionale Cinese

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Antonio (venerdì, 11 dicembre 2015 16:15)

    Interessante. E' la prima volta che leggo un qualcosa di così chiaro.
    Antonio. Lecce (Le)

  • #2

    Scettico (mercoledì, 16 agosto 2017 12:32)

    Ma possibile che qualcuno creda ancora a queste assurdità?!

    Per inciso gli elementi non sono affatto 5, ma 118 (per ora), cioè quelli della tavola periodica!